Concerti

Trio Fusion con live electronics

Trio Fusion

Il concerto si articola sull’esplorazione di differenti paesaggi sonori proponendo diversi tipi di interazione tra strumenti e computer. 

I suoni di basso elettrico e vibrafono, catturati dai microfoni, vengono elaborati e trasformati all’interno di un contesto digitale per espanderne le possibilità sonore. Il risultato di queste manipolazioni viene poi utilizzato sia nelle strutture dei brani sia come sottofondo per mettere in risalto le peculiarità degli strumenti. 

La performance è strutturata come un unico flusso che accompagna lo spettatore nella scoperta di nuove sonorità. In questo contesto, gli strumenti acustici guidano l’orecchio nell’esplorazione delle diverse atmosfere in cui il gruppo si muove.

Maurizio Amato, Luca Favaro, Lorenzo Guidolin (IT)

Il trio, formato da Lorenzo Guidolin (vibrafono e percussioni), Maurizio Amato (basso elettrico) e Luca Favaro (live electronics), nasce nel 2018 dall’idea condivisa dai tre musicisti di voler creare un ensemble in grado di proporre composizioni originali e sonorità ricercate e molto caratterizzate. 

L’improvvisazione è uno dei tratti distintivi del progetto, che trova ispirazione da elementi jazzistici, dalla musica contemporanea, facendosi inoltre influenzare notevolmente dalle innumerevoli possibilità che soltanto l’elettronica può fornire.

Gli ambienti e le atmosfere che il trio crea sono molto distanti tra loro, ma restano comunque frutto di un pensiero unitario che si può apprezzare nella scelta timbrica e nelle strutture dei brani proposti.

Cortile (in Teatro in caso di mal tempo)
3 Luglio 2021
Orario:
fascia oraria serale da definire in base alle disposizioni di coprifuoco

Prenota ora

Prenota ora il tuo posto, la partecipazione è gratuita.

STIAMO VICINI IN SICUREZZA – DISTANZIATI MA INSIEME

Quest’anno è un anno particolare per programmare eventi. Finalmente possiamo ripartire con gli spettacoli in presenza.

Nei mesi scorsi abbiamo ragionato con le compagnie per trovare insieme le giuste soluzioni che garantissero la sicurezza delle artiste e degli artisti, delle lavoratrici e dei lavoratori, del pubblico, che dessero al loro lavoro il giusto riconoscimento, che rispettassero i protocolli nazionali e regionali. Nei diversi spazi della Cittadella, i posti a sedere disponibili sono ridotti considerevolmente rispetto alla capienza normale, ma ripeteremo gli eventi più volte perché più spettatori possano avere la possibilità di partecipare.

Abbiamo cercato di imparare tutto ciò che c’è da sapere sulle nuove norme: tutto lo staff è formato e dotato di dispositivi di sicurezza, questo per garantirci di lavorare in sicurezza e per garantirvi di poter godere di queste proposte senza rinunciare alla condivisione che ci appartiene.

Chiediamo anche la vostra responsabilità e collaborazione. Vi chiediamo di indossare la mascherina fino a quando non avrete raggiunto il vostro posto a sedere, di rispettare la distanza di un metro dalle altre persone, di utilizzare l’igienizzante per le mani che troverete ad ogni ingresso, di lasciare che vi venga misurata la temperatura prima di entrare negli spazi del Festival e di fornirci i vostri dati durante il triage.

Pazienza, rispetto e buon senso: queste sono le regole di base.

Scriveteci alla mail info@cittadelladeigiovani.it per ogni dubbio, chiarimento o suggerimento che ci vorrete dare.

HAI 2 MINUTI PER NOI?

LA TUA OPINIONE É IMPORTANTE!

In un’ottica di continuo miglioramento della nostra proposta ti chiediamo di partecipare ad un breve #sondaggio digitale.
La tua opinione sarà fondamentale ed utile al fine di rendere la nostra proposta sempre più adeguata ed in linea con le tue aspettative! Ti ringraziamo 🙂